Selezionare una pagina
Tel: 06 69 70 01 (centralino) - 06 69 91 653 (emergenze) - Anno Santo della Misericordia

Cappella della Passione

Chiesa del GesùCosì denominata dalle scene della Passione, che iniziano dalle lunette (Gesù nell’Orto di Getsemani, il Bacio di Giuda) e proseguono in sei tele, quattro sui pilastri (Cristo alla colonna, Cristo nel Pretorio, Cristo da Erode, l’Ecce Homo) e due sulle pareti (la Salita al Calvario, la Crocifissione). Al posto dell’attuale pala dell’altare dipinta da Giovanni Gagliardi, rappresentante la Madonna in trono col Bambino attorniata da Santi gesuiti, stava una deposizione, opera di Scipione Pulzone, attualmente al Metropolitan Museum di New York.

L’opera è frutto della collaborazione di Giuseppe Valeriani (1542 – 1596) per il disegno, e di Gaspare Celio (1571 – 1640) per la pittura; essa include pure L’Apoteosi degli strumenti della Passione nella volta e la rappresentazione degli evangelisti nei quattro pennacchi.

Nell’arco di ingresso alla Cappella sono rappresentate scene e figure dell’Antico Testamento, che completano la rappresentazione del tema della divina misericordia, del sacrificio e della salvezza.

Chiesa del GesùSotto l’altare un’urna di bronzo conserva le reliquie di san Giuseppe Pignatelli (1737-1811), uno dei protagonisti del ristabilimento della Compagnia di Gesù in Italia, canonizzato da Pio XII nel 1954.

Sulle pareti laterali due medaglioni indicano le tombe di P. Jan Roothaan (1785-1853) e di P. Pedro Arrupe (1907-1991) rispettivamente 21° e 28° Preposito Generale della Compagnia di Gesù.

 

 

 

Indietro