Selezionare una pagina
Tel: 06 69 70 01 (centralino) - 06 69 91 653 (emergenze)

Atto di consacrazione al Sacro Cuore

 

 

 

Cuore santissimo del mio Signore;

palpito di eterno amore;                                           1Gv 4,8

Tu, dolce Maestro,

più intimo a me di me stesso;                              Sant’Agostino

Tu, cardine di ogni attesa;

Tu, irradiazione di gloria;                                          Eb 1,3

Tu, desiderio di salvezza;

traboccante effusione dello Spirito;                         Gv 7,37s.

oceano di pace;                                          Inno dei Vespri Ss.ma Trinità

fornace sempre ardente;                                      Mt 3,11s; Ger 31,31ss.

fuoco inestinguibile che riveli il Santo Nome;         Es 3,2

monte altissimo della Legge nuova;                    Es 19,3ss; Mt 5, 1ss.

grotta dell’eterna sapienza;

rupe in cui s’ode l’infinito silenzio;                                    1Re 19,12s.

caverna di tutti i tesori;

roccia percossa che dai l’acqua di vita;                Nm 20,11; Gv 19,28-37

Tempio annunciato dagli antichi Profeti;                Ap 11,19; 21,22

Altare purissimo di luce infinita;                               2Re16,14; Ap 4,6

Porta d’Oriente, da cui esce fecondo

il torrente, accresciuto di grazie;                   Ez 47,1ss; Ap 22,1

cavità aperta sui cieli nuovi;                                      2Pt 3,13

fianco che generi la terra nuova;                              Is 65,17s.

brace che purifichi le labbra impure;                       Is 6,5-7

fresca rugiada che plachi ogni vampa;                     Dn 3, 49s.

pioggia che irrori la terra assetata;                          Is 55,1ss.

dolce riposo del discepolo amato;                            Gv 13,23

sangue di Abele che invoca perdono;                        Lc 23,34; Eb 12,24

conoscenza d’amore nel tocco di fede;                     Gv 20,27

florido seno da cui nasce la Chiesa;

porto sicuro di ogni speranza;

mistica fiamma che inondi di luce;                           Ct 8,5-7

O sole splendente che abbagli la notte;

O notte più chiara del pieno meriggio;                     Exultet pasquale

Tu, più dolce del miele e di un favo stillante;           Sal 18,11

quieto riparo dei pastori fedeli;                                Sal 90,1

fresco ristoro delle pecore madri;                            Is 40,11

Tu, per tutti i credenti abisso di gioie;

tenero conforto degli animi miti;                              Mt 5,5; 11,29

giogo soave degli umili cuori;                                   Mt 11,30

Tu, grembo che germini figli all’Eterno;

Tu, pane spezzato che sazia i viventi.                       Gv 6,35

 

O Cuore di Cristo,

piaga accesa di carità,

forza che attrae ogni cosa,

in te si rinnova l’abbraccio del Padre:

in te solo, Signore, pongo la mia fiducia,

a te dolcemente mi abbandono;

ogni tuo sentimento divenga mio affetto,

ogni tuo fremito mio desiderio,

ogni tuo accento in me volontà.

In te crocifisso è compreso ogni dolore,

in te risorto ogni vita risorge,

nel tuo soffio è rinnovato l’universo,

in te si ritrova chi si è perduto.

A te che sei il mio Tutto

consegno tutto ciò che ho e possiedo:

dalla tua tenerezza l’ho ricevuto,

a te con gioia lo ridono.

Sorgente viva di eterna bontà,

che riunisci in te ogni bellezza

e che ogni carne elevi e trasfiguri;

«Tu, mio Signore e mio Dio»,                                    Gv 20,28

dammi solo il tuo amore e la tua grazia;

e questo mi basta.                                                       ES [234]

Amen.