• Tel: 06 697001 (centralino)

  • ANNO IGNAZIANO [maggio 2021-luglio 2022]

Meditazione Gio 10 Dicembre

Meditazione Gio 10 Dicembre

Meditazione Gio 10 Dicembre 440 277 Chiesa del Santissimo Nome di Gesù all’Argentina

Abbiamo un patrimonio che il Battista non ha avuto

 

 

Matteo 11, 11-15
In quel tempo, Gesù disse alle folle:
«In verità io vi dico: fra i nati da donna non è sorto alcuno più grande di Giovanni il Battista; ma il più piccolo nel regno dei cieli è più grande di lui.
Dai giorni di Giovanni il Battista fino ad ora, il regno dei cieli subisce violenza e i violenti se ne impadroniscono.
Tutti i Profeti e la Legge infatti hanno profetato fino a Giovanni. E, se volete comprendere, è lui quell’Elìa che deve venire. Chi ha orecchi, ascolti!».

 

 

In questa seconda settimana del Tempo di Avvento, ci facciamo ancora accompagnare dall’icona di Giovanni il Battista, il cugino di Gesù, che ci è stata offerta nella Seconda Domenica d’Avvento: questi, da un lato, ha saputo preparare la strada a Gesù e, al tempo stesso, è rimasto spiazzato dalla bellezza del suo annuncio (Mc 1,1-8).

Gesù esalta suo cugino Giovanni Battista: è stato bravissimo a preparargli la strada, ha saputo prepararsi a quest’appuntamento, è il più grande tra tutti i nati da donna.

Al tempo stesso, con schiettezza e affetto, Gesù dice che il più piccolo nel regno dei cieli è più grande di lui. Perché questo giudizio? Non è troppo severo? Se noi dovessimo arrivare nel regno dei cieli ed entrarci per un pelo, saremmo veramente più grandi di Giovanni?

Gesù intende dire che suo cugino Giovanni è a pieno titolo nel regno dei cieli, ma non ha avuto tutte le opportunità che abbiamo avuto e continuiamo ad avere noi. È quel patrimonio (depositum) di Scrittura, di Tradizione e di Magistero che Gesù ha reso e rende possibile a beneficio del nostro cammino, mettendoci a disposizione aiuto, guarigione, speranza. Questo patrimonio si esprime anche nell’anno liturgico e in questo ulteriore Tempo di Avvento che ci viene regalato affinché il nostro cammino possa trarne giovamento e beneficio, per la nostra attesa e la preparazione ad essa.

Siamo consapevoli che abbiamo più opportunità di quelle avute da Giovanni Battista?