• Tel: 06 697001 (centralino)

  • ANNO IGNAZIANO [maggio 2021-luglio 2022]

Meditazione Lun 24 Maggio

Meditazione Lun 24 Maggio

Meditazione Lun 24 Maggio 440 277 Chiesa del Santissimo Nome di Gesù all’Argentina

Maria ci indica come madre premurosa la via

 

Giovanni 19, 25-34

In quel tempo, stavano presso la croce di Gesù sua madre, la sorella di sua madre, Maria madre di Clèopa e Maria di Màgdala.
Gesù allora, vedendo la madre e accanto a lei il discepolo che egli amava, disse alla madre: «Donna, ecco tuo figlio!». Poi disse al discepolo: «Ecco tua madre!». E da quell’ora il discepolo l’accolse con sé.
Dopo questo, Gesù, sapendo che ormai tutto era compiuto, affinché si compisse la Scrittura, disse: «Ho sete». Vi era lì un vaso pieno di aceto; posero perciò una spugna, imbevuta di aceto, in cima a una canna e gliela accostarono alla bocca. Dopo aver preso l’aceto, Gesù disse: «È compiuto!». E, chinato il capo, consegnò lo spirito.
Era il giorno della Parasceve e i Giudei, perché i corpi non rimanessero sulla croce durante il sabato – era infatti un giorno solenne quel sabato –, chiesero a Pilato che fossero spezzate loro le gambe e fossero portati via. Vennero dunque i soldati e spezzarono le gambe all’uno e all’altro che erano stati crocifissi insieme con lui. Venuti però da Gesù, vedendo che era già morto, non gli spezzarono le gambe, ma uno dei soldati con una lancia gli colpì il fianco, e subito ne uscì sangue e acqua.

 

 

Oggi la Chiesa universale celebra Maria come Madre della Chiesa, mentre la Compagnia commemora la Vergine Santa sotto il titolo di Madonna della Strada, la cui effige è custodita nella chiesa del Gesù di Roma.

L’immagine che sta al centro di questa liturgia, che unisce il titolo della Festa, le letture e le orazioni è quella della “strada”, della “via”.

Sappiamo bene che nella nostra vita si presentano molte strade, e non ci è sempre facile scegliere quella giusta, intuire dove essa ci porterà.

Il Signore che conosce questa nostra fatica, nel testamento che lascia ai suoi discepoli prima della Passione si rivela come la via che conduce alla verità, per il possesso di una pienezza di Vita.

Anche per Maria si sono presentate diverse strade, ma la Madonna non ci indica una sua strada, ma ci mostra quella del suo Figlio, anzi ci manifesta Lui come la strada per il cielo.

Maria per prima ha percorso questa via, ha scelto di non cercarne altre. Una strada che ha nella benevolenza di Dio la sua origine e nella fedeltà a Lui il suo compimento.

La Madonna della strada ci invita oggi a rinnovare il nostro “” a Dio, perché solo Lui e nessun altro possa tracciare la via della nostra vita. La fedeltà all’operare di Dio non significa che la nostra strada sarà pacifica.

Il “” di Maria l’ha portata dall’intimità e dalla gioia dell’annunciazione fino alla solitudine e alla desolazione estrema del Calvario.

La vera strada che Maria ci apre passa necessariamente attraverso la croce del suo Figlio per giungere alla consolazione della risurrezione.

Donando la sua parola a Dio nella fede, Lei non sapeva dove l’avrebbe portata la strada che stava seguendo. Eppure, tra il presepe e la croce, ha sempre rinnovato il suo «» incondizionato verso l’opera di Dio compiuta dal suo Figlio Gesù.

Anzi, Maria non ha mai ritirato o ritrattato il suo «», neanche nei momenti dell’incomprensione di cui i Vangeli parlano apertamente.

Non lo ha fatto neppure in mezzo all’oscurità della fede, nell’esperienza dell’abbandono da parte di tutti, mentre viveva il dramma della morte e la sorpresa del primo incontro con il suo Figlio risorto.

Maria si è fidata di Dio per l’esperienza che aveva di lui e della sua fedeltà.

Nella sua esistenza povera e discreta, ma piena di Dio, Maria sa osservare attentamente tutto ciò che le capitava sulle strade della sua vita e lo serba nel suo cuore per meditarlo come le grandi cose che l’Onnipotente ha fatto in tutta la storia della salvezza.

Maria si sente parte di questa grande storia e ne sa rendere grazie.

Nella prima settimana degli Esercizi, Ignazio invita a chiedere alla Madonna di farci vedere le nostre strade impervie che non conducono da nessuna parte, poiché non sono di Dio, e di aprirci la vera strada, quella del suo Figlio.

E la Madonna della Strada ci ripeterà sempre: «Fate quello che vi dirà».

 

O Signore, Padre santo,
che nel tuo amato Figlio
ci hai rivelato la via, la verità e la vita,
fa’ che, adempiendo fedelmente la sua parola,
secondo l’esempio e l’intercessione di Maria,
nostra beata Madre,
possiamo giungere sicuri fino a te.
Per Cristo nostro Signore.